Agenda

Archivio News

Vacanze: il bagaglio perfetto

Teaser Description: 
La valigia di famiglia è uno stress? Ecco come farla. Con figli piccoli e adolescenti. Muniti di liste, pazienza e… i consigli di un’esperta

Mille valige o una sola grossa? Come fare a farci stare tutta la casa? Ma poi serve proprio tutto? Cosa è essenziale e cosa superfluo? E quanto tempo mi ci vuole? Stessa cosa in tutte le case: le valige per la partenza. Quando si hanno figli la valigia può diventare uno stress. Ma c’è un metodo per semplificarsi la vita? Ne abbiamo parlato con Daniela Mosca, founder di Dani at Home agenzia di corsi e servizi a domicilio per semplificare la vita domestica a tutta la famiglia.

LA VALIGIA PER LE VACANZE: QUANDO?
Programmare è la parola chiave. Non ridurti all'ultimo ma nei giorni precedenti la data fatidica inizia a lavorare. Primo: fai mente locale su ciò che non “può proprio rimanere a casa”. Così fai in modo che l’abito preferito della tua teen non sia nel cesto della biancheria da lavare e che maschera e pinne non siano sepolte da qualche parte in cantina. Secondo “la lista”. Con penna e foglio o con lo smartphone fai la lista della valigia, sul modello di quella della spesa. Terzo: dedica un angolo dell’armadio o una superficie (ad esempio un letto) a ciò che vuoi portare. Così piano piano ammucchi lì le cose e ce le hai tutte insieme.

ESTATE: QUANTE VALIGE?
La soluzione migliore è dedicare una valigia o una borsa apposta ai bambini: in questo modo ti sarà più facile cercare ciò che ti serve. Gli abiti dei bambini sono di taglia piccola quindi di solito sono sufficienti delle borse morbide, dove riuscirai a fare stare sia abiti sia accessori. In caso di fratellini dividi in sacchetti di stoffa con su il nome l'intimo di ognuno (slip, calze, canottiere) così da trovarli a colpo sicuro una volta arrivati.

BORSE PER LE VACANZE: COSA SERVE?
Il contenuto della valigia cambia a seconda della destinazione (mare, montagna, viaggio per città…) e a seconda del tipo di alloggio (casa, hotel campeggio). Per fare in modo efficace la valigia comincia ad immaginarti una giornata tipo: dalla mattina alla sera. Colazione, spiaggia, escursioni, pasti, nanna…

Per ogni momento fai l’elenco delle cose utili e delle cose che puoi invece procurarti sul posto (i negozi esistono anche dove vai, non serve il bagnoschiuma per 1 mese!). Il trucco è essere minimale: pensa all'essenziale, a ciò che veramente non puoi lasciare a casa, e appunta tutto.  Se la tua lista è comunque molto lunga prenditi del tempo per rivederla e pensare se davvero tutto è indispensabile.

VESTITI: IL TRUCCO È NON PORARTE IL GUARDAROBA
Qui il rischio di portarsi dietro l'intero guardaroba è sempre in agguato. Il consiglio è di contare il numero di giorni in cui starai via, capire se avrai la possibilità di fare dei bucati e decidere un numero massimo di capi da portare (abbinandoli già). Guarda le previsioni e tarati sulle temperature medie poi per emergenza metti sempre in valigia almeno un paio di pantaloni lunghi, almeno una maglietta a maniche lunghe, un paio di scarpe chiuse e un k-way o un giacchino leggero. Se vai in montagna considera sempre un abbigliamento a cipolla: caldo di giorno e fresco la sera e pigiami lunghi per dormire anche in agosto!
Per trovare più facilmente le cose in valigia usa dei sacchettini di stoffa per separare le diverse tipologie di vestiti: intimo, pantaloncini, pigiamini, magliette, costumi...

IL BAGAGLIO PER IL VIAGGIO
Soprattutto con i bambini piccoli pensa a un bagaglio a mano dove mettere quel che può servire durante il viaggio: pannolini, salviettine, ciuccio, biberon, una felpa....

IN VACANZA CON GLI ADOLESCENTI

E se a partire con te ci sono degli adolescenti? Tieni per te solo la scelta della dimensione del bagaglio, a loro il come riempirlo. Se ci sta tutto bene, se non si chiude butta un occhio e vedi con loro cosa lasciare a casa.


Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero