Vacanze studio all’estero: i consigli per i genitori

In famiglia o in college, da che età, città grande o villaggio di campagna, da soli o in gruppo. Il tutorial dei soggiorni estivi in un paese straniero


A un certo punto la richiesta arriva: “Mamma, papà, quest’estate voglio andare a Londra!”. E allora ecco tutte le domande che ti assalgono: A che età è meglio iniziare? Dove andare? Ma in college o in famiglia? E poi…servono davvero solo 15 giorni?

Nel 2018 c’è stato un aumento del 10% dei soggiorni studio estivi dei ragazzi (Osservatorio ASTOI Confindustria Viaggi). E soprattutto si tende a partire sempre prima: “Oramai i bambini si approcciano all’inglese già dalla scuola materna o addirittura dal nido. Sono quindi pronti molto prima per sperimentare sul posto quello che hanno imparato”, racconta Stefania Vettori, fondatrice di School and Vacation, agenzia che organizza viaggi studio e corsi di lingua all'estero per tutte le età.

 

VACANZE STUDIO ALL’ESTERO: DAI 10 ANNI, MA SI PARTE SEMPRE PRIMA OGGI

A quanti anni si può iniziare a partire?

Stefania VettoriSchool and VacationLa vacanza studio all’estero è solitamente dai 10 ai 19 anni. Ma è molto soggettivo, dipende dal ragazzo e soprattutto dalla famiglia. Mandare all’estero un bambino di 10 anni non è da tutti! Le nuove generazioni sono pronte sempre prima, rispetto al passato. L’inglese si “approccia” fin da piccolissimi e quindi ci si sente più “sicuri” rispetto a un tempo. E i ragazzi cercano sempre prima la propria occasione di autonomia, un periodo di “libertà”. Molti fanno oggi la loro prima esperienza in gruppo a 12/13 anni e dai 14/15 partono individualmente (viaggiano da soli, ma al loro arrivo vengono inseriti in un gruppo di studenti internazionali).

Alle elementari è troppo presto per partire per un soggiorno linguistico all'estero?

Prima dei 10 anni ci sono di solito le vacanze in lingua in Italia, è un primo passo. Le famiglie sperimentano il lasciare andare i figli lontani e in un contesto dove “si parla un’altra lingua”. Ma la tendenza è sempre più a fare partire prima. Proprio qualche giorno fa, una mamma ci ha chiamato per chiedere informazioni per una vacanza studio per la sua bambina di 14 mesi e mezzo! Davvero precoce 😊

SOGGIORNI LINGUISTICI ESTIVI IN UN PAESE STRANIERO: FAMIGLIA O COLLEGE? I PRO E I CONTRO E COME SCEGLIERE

Vacanza presso una famiglia ospitante: i pro e i contro?

Stefania VettoriSchool and Vacation I Pro. Maggiore esposizione linguistica, possibilità di conoscere abitudini e tradizioni di una famiglia locale, maturare sotto l’aspetto dell’indipendenza, si può chiedere di essere ospitato con uno studente straniero per migliorare ancora di più dal punto di vista della lingua.

I Contro. Per stare in famiglia bisogna essere flessibili e disposti ad accogliere le differenze culturali. In Gran Bretagna per esempio, la propria cameretta avrà al 90% la moquette e al 99% la cena non sarà invitante come quella della propria mamma.

Vacanza con accommodation in college: i pro e i contro?

I Pro. Ambienti internazionali e stimolanti, costruiti a misura di studente: aule tecnologicamente avanzate, teatri, palestre, piscine, campi da calcio/tennis, pallavolo, lavanderia, mensa. Questi college infatti, durante l’anno scolastico, ospitano gli studenti locali che vi si trasferiscono. Inoltre gli accompagnatori bilingue risiedono anche loro in college, quindi sono sempre a disposizione per qualsiasi necessità. Di solito l’ambiente è compatto e tutto si svolge in un ambiente protetto.

I Contro. Gli accompagnatori sono sempre a disposizione e quindi gli studenti sono meno stimolati a “cavarsela da soli”. Così si sforzano di meno ad utilizzare la lingua. Di solito, se si parte in gruppi precostituiti, per questioni di sicurezza e di controllo, negli appartamenti i gruppi non vengono “mischiati” e quindi si risiede con studenti italiani. Diverso è se si parte individualmente.

Quando è meglio scegliere la soluzione famiglia?

Consigliata se si è già un po’ indipendenti e flessibili: per esempio se si è già alla seconda esperienza, se si è abituati a spostarsi da soli con i mezzi pubblici, se si ha già un minimo livello di inglese che possa permettere di chiedere all’autista dell’autobus a quale fermata devo scendere per raggiungere la scuola!

Quando è meglio scegliere di stare in college?

Se si è alla prima esperienza e si vuole avere la sicurezza dell’accompagnatore bilingue sempre a “portata di mano”, se non si è abituati a prendere i mezzi individualmente, se si vuole avere la comodità di una camera singola con bagno privato (in molti college c’è questa possibilità), se si vuole avere la comodità di non dover spostarsi con i mezzi tra la propria residenza e le aule per le lezioni, se si vuole avere tutto a portata di mano

ESTATE ALL’ESTERO: COME DECIDERE LA META, DOVE ANDARE

Come si fa a scegliere dove è meglio andare?

Stefania VettoriSchool and VacationOgnuno conosce i propri figli e sa qual è in generale l’ambiente migliore per il proprio figlio. Per chi è alla prima esperienza o per chi è meno spigliato è meglio scegliere città più contenute, dove tutto è più a misura d’uomo, come Canterbury, Colchester, Leeds, Brighton, Galway, Cork. Per quelli già più “esperti” o indipendenti vanno bene anche città più grandi o metropoli come Londra, New York, Miami o Los Angeles. Città come Dublino ed Edimburgo invece sono molto valide per entrambi le tipologie di ragazzi: grandi, storiche ed affascinanti ma tranquille, sicure e che si girano facilmente. Malta invece consigliata sicuramente dai 14 anni in poi per chi ha tante energie e non soffre troppo il caldo! Un percorso tipico è: prima esperienza Dublino in college, seconda esperienza Londra in college o in famiglia, terza esperienza Malta, quarta esperienza Stati Uniti e poi…. Dai 18 anni si gira tutto il mondo!

E se la famiglia ospitante non è di origini inglesi?

La Gran Bretagna è da anni un mix incredibile di culture, è il Paese europeo con più internazionalità. Come “a Milano non esistono più milanesi”, in Inghilterra le famiglie totalmente British sono sempre meno. Questo non significa che non siano selezionate o che l’esperienza in famiglia non sia valida dal punto di vista linguistico. Bisogna cancellare ogni pregiudizio. L’esperienza di Giulia, 17 anni, che l’anno scorso è stata a Edimburgo, è emblematica. La sua famiglia ospitante era Pakistana ed era composta da: mamma, papà, 3 figli e figlie tra i 18 e i 25 anni, uno zio ed una zia olandese. Questa famiglia aveva una casa bella grandi infatti oltre a Giulia e a un’altra ragazza italiana c’erano anche 3 ragazze cinesi di 15/17 anni. Quindi grande internazionalità anche in casa!

 

VACANZE STUDIO ALL’ESTERO: I DUBBI DEI GENITORI

Un ragazzo con malattie croniche o disabilità o allergie può partire? College o famiglia?

Stefania Vettori​​​​​​​School and VacationFamiglie e college sono sempre più pronte ad accogliere tutti gli studenti, basta saperlo con anticipo ed in caso di problemi importanti è necessario avere le indicazioni del medico (in italiano ed in inglese). Se si parla di una malattia cronica e che ne nessita di particolari attenzioni meglio scegliere il college dove il ragazzo può essere monitorato costantemente dall’accompagnatore e dallo staff. Se si tratta di semplice allergia va bene anche la famiglia ma è sempre fortemente consigliato segnalare il tutto fin dal momento dell’iscrizione. Solo un’accortezza… se si è allergici alla polvere meglio evitare la sistemazione in famiglia in Gran Bretagna perché la maggior parte delle famiglie ha in casa la moquette

Due settimane in Inghilterra servono a qualcosa dal punto di vista linguistico?

In due settimane non si torna bilingue ma si torna essendo molto più sicuri e “spediti” sulla lingua. In due settimane l’esposizione alla lingua è molto alta: 30 ore di lezione, attività pomeridiane e serali solo in lingua inglese, escursioni nei weekend con guide locali madrelingua, etc. E poi c’è tutto l’arricchimento dell’esperienza lontano da casa…

 

Per approfondire

Scarica e leggi la GUIDA ALL'ANNO ALL'ESTERO E VACANZE STUDIO IN UN PAESE STRANIERO

E guarda il video su Youtube

Guarda le proposte di School and Vacation


Aggiungi un commento

Image CAPTCHA

Vacanze studio all'estero bambini e ragazzi
Un gruppo di ragazzi in vacanza studio a Londra con School and Vacation

Iscriviti alla newsletter di Radiomamma

Leggi le ultime notizie pubblicate:

Scarica l'APP di
Radiomamma!