Scuderie Le Cicogne: Stage di Horsemanship

Una giornata di formazione e intrattenimento dedicata agli amanti dei cavalli

genitori
e
famiglie

Stage di Horsemanship con Giulia Gaibazzi, biologa ed esperta in comportamento del cavallo

domenica 14 aprile 2019, dalle 9:30 alle 16 circa

- Descrizione delle attività della giornata: si svolgeranno delle lezioni teorico-pratiche di equitazione in armonia, relative al nuovo metodo di comunicazione con i cavalli che tiene conto anche della loro emotività. Si prevede che ci siano da 6 a 8 partecipanti con cavallo (proprio o della scuderia) e un massimo di 10 uditori, ovvero senza cavallo. Sarà possibile osservare l'approccio in libertà e alla corda in soggetti molto vari tra loro, compresi puledri e cavalli giovani. Ogni cavallo sarà un caso di studio e motivo di spiegazioni teoriche, che rendono lo stage particolarmente interessante anche per chi decide di partecipare solo come uditore.
- Pranzo: grigliata di carne e verdure (in caso di esigenze particolari, è necessario avvisare in anticipo), compresa nel prezzo per partecipanti e uditori (10€ per i bambini e gli altri adulti che accompagnano)
- Età minima dei partecipanti: 16 anni
- Attività per i minori di 16 anni: se il numero dei bambini supera le 5 unità, verrà organizzato un evento professionale di intrattenimento parallelo, a pagamento

- Si richiede conferma all'indirizzo email scuderialecicogne@hotmail.com o al numero di telefono 347 5798314 (se si portano bambini, è necessario indicarne il numero e l'età entro lunedì 1 aprile)


14 Apr 2019
09:30-16:00

Zona

Milano Sud

Contatti

Via delle Valli 1
Bornasco (PV)

3475798314
scuderialecicogne@hotmail.com

Costo

per partecipante con cavallo di proprietà con scuderizzazione durante il giorno: 150 euro; per partecipante con cavallo della scuderia: 120 euro; semplici uditori: 60 euro

Contatta gli organizzatori

Promosso da:



Segnala un evento da pubblicare sulla nostra Agenda, App e Newsletter

Segnala evento

Scarica l'APP di
Radiomamma!

Iscriviti alla newsletter di Radiomamma