MilanoPride 2019 per bambini e genitori

Tre giorni di eventi per famiglie, ci racconta tutto Maria Silvia Fiengo, fondatrice di Famiglie Arcobaleno e della casa editrice Lo Stampatello


A Milano ci sono 83 bambini, con due madri ciascuno, entrambe riconosciute come genitori. A Milano e Lombardia sono circa 300 le famiglie iscritte all’Associazione Famiglie Arcobaleno. In Italia ci sono 100 mila bambini che hanno genitori omosessuali (dati ricerca Arcigay con il patrocinio dell'Istituto Superiore di Sanità). È la settimana del Pride a Milano e le famiglie arcobaleno festeggiano con eventi per bambini e genitori.A Milano i diritti sono riconosciuti, è stata un’evoluzione lenta e continua, ma ora la nostra città è Europa”, racconta Maria Silvia Fiengo, fondatrice di Famiglie Arcobaleno e della casa editrice Lo Stampatello, sposata con Francesca Pardi e con lei mamma di 4 figli.

FAMIGLIE ARCOBALENO A MILANO: COME È LA SITUAZIONE PER GENITORI E BAMBINI

“Prima eravamo due sconosciute che convivevano con 4 figli (tre di una e uno dell’altra), ora siamo una coppia riconosciuta, con 4 figli di entrambe. In 17 anni è cambiato molto, ci sono stati i vari passi legislativi (registrazione unione civile, registrazione figli…). Ora siamo una famiglia”.

GENITORI OMOSESSUALI: ORA SERVE UN LAVORO CULTURALE

Quando diciamo che siamo sposate, nessuno chiede spiegazioni, ormai è tutto compreso, sia dagli adulti sia dai bambini. Ma manca una sensibilità culturale nel nostro paese, un’attenzione a non sminuire, un’attenzione anche al linguaggio, che manca ancora. Nelle scuole, nei centri di aggregazione, c’è molta poca cura, i nostri figli, arcobaleno e non, crescono in un mondo in cui “finocchio, negro…” sono usati quotidianamente come insulti col sorriso, tra coetanei anche. Agli adulti questo può rimbalzare, sui nostri figli no. L’attenzione alla diversity è fondamentale, soprattutto in un momento di crescita e quindi serve un lavoro nelle scuole e nei centri di aggregazione, a partire dagli insegnanti e gli educatori.

PRIDE 2019 PER BAMBINI E GENITORI: IL PROGRAMMA

Rainbow Garden: Il pride per i bambini è in Piazzale Lavater. Gonfiabili da scalare, truccabimbi, bolle di sapone e giochi per educare i bambini alla diversità e alla condivisione. Apre giovedì 27 giugno alle 15.30. Alle 16.30 merenda, alle 17 spettacolo di bolle di sapone e alle 18 un cantastorie racconta con i burattini la nascita del Pride, in occasione del 50° anniversario di Stonewall. Venerdì 28 giugno giochi dalle 16 alle 18, quando il racconto sarà fatto da tre drag queen. Il Rainbow Garden è organizzato in collaborazione con Associazione Famiglie Arcobaleno, Rete Genitori Rainbow e Papà Arcobaleno Italia.
 

Fiaccolata. Venerdì 28 giugno alle 21.30 c’è la fiaccolata che unisce Milano alle celebrazioni del World Pride di New York. Ritrovo in Piazzale Lavater, accensione candele e lettura di alcune testimonianze dei protagonisti dei Moti. E inaugurazione del primo 'monumento' LGBT+ di Milano: la panchina Rainbow, realizzata dalla Social Street di Via Morgagni con il CIG Arcigay e con il patrocinio del Comune di Milano.

Sfilata col trenino. La parata di sabato 29 giugno quest’anno avrà un percorso più lungo. Partenza ore 16 da Piazza Duca D’Aosta, arrivo in Piazza Oberdan. Le Famiglie Arcobaleno sfileranno a bordo di un trenino, che accoglie tutti i bambini e i genitori.

 


Aggiungi un commento

Image CAPTCHA

PrideMilano 2019
Settimana del Pride a Milano

Può interessarti anche:

Iscriviti alla newsletter di Radiomamma

Leggi le ultime notizie pubblicate:

Scarica l'APP di
Radiomamma!