Adolescenti: il museo li conquista con la street art

L’Hangar Bicocca stimola i teenager a indagare il rapporto tra arte e città. E ai genitori consiglia: fate assaggiare l’arte contemporanea quando sono piccoli!


 Gli adolescenti passano il tempo libero tra televisione e Internet. L’Annuario statistico Istat fotografa così i ragazzi. Nel 20017 Tv, Pc e Internet sono stati l’attività numero uno per il 91% dei teens. E i musei? La cultura? Il 47% ha visitato almeno una volta nell’anno un museo o una mostra.

ADOLESCENTI: COME INTERESSARLI AI MUSEI

“Passione e super approfondimento, iniziando fin da piccoli”. Ecco come si “distolgono” i preadolescenti da tablet e smartphone, convincendoli ad entrare in un Museo. Parola di Laura Zocco responsabile dei Progetti Educativi al Pirelli HangarBicocca. Lo spazio dedicato all’arte contemporanea organizza ogni weekend eventi per bambini e ragazzi coinvolgendoli nelle mostre temporanee e d’estate ci sono i campus estivi. Nel 2017 sono stati 2500 i bambini e i ragazzi che hanno frequentato lo spazio!

Come si fa a portare ragazzi di 11-14 anni in un museo il sabato e la domenica?

Ciò che abbiamo notato negli anni è che i ragazzi si appassionano a tutto ciò che viene trasmesso loro con passione. Inoltre, più vengono indagati e approfonditi gli aspetti tecnici e specifici di una tecnica o di un mestiere più il loro coinvolgimento è totale e attivo. Per questo è importante il contributo di artisti e di esperti in altri campi, in modo da offrire un confronto diretto con professionalità specifiche mediate sempre dagli educatori. Le attività co-progettate con i professionisiti forniscono un valore aggiunto all’esperienza dei ragazzi poichè al taglio educativo/didattico si somma l’autentica passione, visione e conoscenza di esperti che hanno fatto di una particolare arte il proprio mestiere. Realizzare un film con la tecnica dell’animazione diretta (uso della pellicola 16 mm) o cimentarsi con la stesura di una sceneggiatura diventano così proposte interessanti quanto i videogiochi o i film più in voga.

Sempre più ragazzi vogliono provare nuove forme di espressione. Pensiamo alla street art, al coding...Voi cosa proponete?

Con il programma “Outside the Cube”, dedicato alla Street Art e alle forme d’arte legate al contesto urbano e pubblico offriamo ai ragazzi e alle loro famiglie la possibilità di avvicinarsi, divertendosi, al tema della cultura proveniente dal mondo dei graffiti e del rapporto tra arte e città. Durante le attività vengono illustrate caratteristiche e tipologie dell'arte urbana per poi realizzare materiali preparatori, come gli stencils e sperimentare alcune tecniche pittoriche proprie della Street Art.

Cosa suggerite ai genitori dei teenager?

Ciò che abbiamo notato nel tempo è che coloro che oggi sono degli adolescenti e frequentano il nostro spazio, hanno cominciato a partecipare alle nostre attività da più piccoli. Quindi è stata fondamentale la visione e la volonta dei genitori nel rendere loro familiare uno spazio d’arte contemporanea.

Che caratteristiche deve avere uno spazio culturale per “attrarre” adolescenti e preadolescenti?

È importante per gli adolescenti sentirsi protagonisti, ma allo stesso tempo riconoscere nell’adulto una guida, un esempio, un portatore di conoscenza che li renda curiosi e volentorosi di saperne di più. Credo che uno spazio che desideri intercettare i ragazzi tra gli 11 e i 14 anni debba offrire attività che diano loro la possibilità di esplorare le loro passioni coinvolgendoli in prima persona e trasfromandoli in attori principali di un progetto. Gli spazi destinati agli adolescenti dovrebbero essere specificatamente dedicati a loro: luoghi dove sentirsi liberi di esprimersi al di fuori del controllo della famiglia o della scuola, ma che offrano anche la possibilità di "allenare" le loro capacità decisionali in un contesto sicuro e protetto. Spazi in cui poter ascoltare musica o leggere un libro o semplicemente chiacchierare con gli amici, ma anche luoghi che prevedano la partecipazione libera ad iniziative guidate da adulti in cui le idee dei ragazzi siano il fulcro della progettualità in modo da renderli creatori, promotori, coordinatori, e non soltanto fruitori, delle attività a loro destinate.

 

 

foto: Lorenzo Palmieri

 


Aggiungi un commento

Image CAPTCHA

Pirelli HangarBicocca adolescenti
Adolescenti e musei

Può interessarti anche:

Iscriviti alla newsletter di Radiomamma

Leggi le ultime notizie pubblicate:

Scarica l'APP di
Radiomamma!