Musica e bambini: arriva il primo concerto post Covid

Alla Basilica di Santa Maria della Passione, domenica 26 luglio al Milano Arte Musica. Il direttore artistico:  “Un Pierino e il Lupo che non ti aspetti”


Pierino e il Lupo, la Basilica di Santa Maria della Passione, due organi e una nota voce narrante. Così va in scena a Milano il primo appuntamento musicale al “chiuso” per bambini dopo il Covid, domenica 26 luglio (alle 16 e alle 18). E a pensarci è il festival internazionale di musica antica Milano Arte Musica. “Da padre ho vissuto il lockdown con i miei figli di 6 e 9 anni e trovo che i bimbi siano la categoria più dimenticata e che ha sofferto di più. Ho quindi voluto un evento tutto per loro nel Festival”, spiega Maurizio Croci, direttore artistico Milano Arte Musica

FESTIVAL MILANO ARTE MUSICA: IL 26 LUGLIO UN CONCERTO SPECIALE PER BAMBINI E FAMIGLIE

Come si organizza un concerto al chiuso per bambini in questo periodo?

La Basilica di Santa Maria della Passione è uno spazio immenso. Ci sono 800 posti a sedere, noi ne potremo usare 200. Abbiamo riorganizzato gli accessi distinti e assicuriamo le distanze. Le famiglie si siederanno vicine. Tra un turno e l’altro (le 16 e le 18 i due spettacoli) verrà tutto igienizzato. L’unica cosa che consigliamo è di usare la prevendita online: per evitare code e per avere meno materiale cartaceo possibile in giro

Avete scelto “Pierino e il lupo” di Sergej Prokofiev, cosa sentiremo?

Vogliamo tornare a fare cose insieme ai bimbi. Vogliamo che assaporino insieme a coetanei e ai genitori la gioia della musica, attraverso un brano che esula dal nostro repertorio (questo è un Festival di Musica antica) ma che viene proposto in una versione speciale, che lo renderà nuovo anche a chi lo conosce già e in una sede magica, una delle chiese più belle di Milano.

Perchè sarà una versione speciale?

L’orchestra tipica di Pierino e il lupo qui sarà sostituita da due organi dialoganti. Sono strumenti che hanno pedali, tastiere, tanti registri e una grandissima varietà timbrica. Nella favola ogni personaggio ha una melodia e un colore strumentale grazie all’orchestra. Pierino (archi), nonno (fagotto), gatto (clarinetto) ecc.… I due organisti faranno “tutto il lavoro dell’orchestra”. Vedrete e sentirete che l’organo può imitare i vari caratteri, trasfigurandoli. Questa trascrizione della favola farà scoprire ai bambini (e ai genitori) uno strumento molto particolare che di solito viene visto solo nei contesti liturgici. Sentirete un suono diverso, a cui non si è abituati. E in più in una sede che è un capolavoro artistico da scoprire e che ha un’acustica speciale. Gli organi contrapposti sotto la cupola ottagonale permettono una stereofonia in un ambiente vastissimo. E a fare da voce narrante Umberto Fiorelli di Fantateatro, molto noto ai bambini.

Cosa insegna un concerto come questo ai bambini?

Avvicina a un tipo di musica che non tutti i bambini ascoltano quotidianamente. La musica classica è complessa e ha una valenza educativa: favorisce la creatività, l’intelligenza emotiva. I bambini assistendo a un concerto non imparano qualcosa sulla musica, ma si avviciniamo a questa musica e a questi strumenti particolari. È un’esperienza, emotiva e creativa.

 

INFO:

Quando: Domenica 26 luglio, ore 16 e ore 18

Dove: Basilica di Santa Maria della Passione, Via Conservatorio 16,

Età: Consigliato dai 4 ai 14 anni

Durata: 35 minuti

Organisti: Alberto Barbetta e Jeanne Chicaud

Voce narrante di Umberto Fiorelli di Fantateatro.

Costo: 10 euro, GRATIS fino a 14 anni

Punti vendita: sul posto, secondo disponibilità, 40 minuti prima di ogni concerto; online (con diritto di prevendita): Circuito Vivaticket

Info: 02.76317176 info@milanoartemusica.com

 

 

 


Aggiungi un commento

Image CAPTCHA

Festival Milano Arte Musica
Maurizio Croci direttore Festival Milano Arte Musica

Può interessarti anche:

Iscriviti alla newsletter di Radiomamma

Leggi le ultime notizie pubblicate:

Scarica l'APP di
Radiomamma!