Compiti delle vacanze: consigli salva estate per famiglie

Motivare, coinvolgere e responsabilizzare bambini e ragazzi sui compiti estivi. Segui questi video consigli


Compiti delle vacanze: durante l’anno scolastico hai passato interi pomeriggi e weekend a litigare e il solo pensiero dei compiti estivi di elementari e medie ti fa venire il mal di pancia? Niente paura!

Radiomamma ha chiesto dei video-consigli “salva compiti e salva vacanze” a due esperte familyfriendly di apprendimento: Chiara Burberi, fondatrice della piattaforma di didattica digitale Redooc e Valentina Secchiresponsabile doposcuola specialistico di sostegno allo studio dell’Istituto Scuole Orsoline di Milano.  Eccole :)

 

Compiti delle vacanze: motiviamo bambini e ragazzi spiegando a cosa serve studiare in estate

Chiara Burberi: Ma a cosa serve studiare anche durante le vacanze, soprattutto se maestri e professori poi non correggono i compiti? Domanda legittima che tutti abbiamo fatto da piccoli e che ci sentiamo rivolgere. La risposta c'è: lo studio è come lo sport, i compiti sono un allenamento per tenere in forma il tuo cervello e non fare troppa fatica quando a scuola. Un po’ di studio ogni giorno evita l’ansia da ripresa e le maratone di fine agosto.

 

Creiamo una routine per i compiti estivi: anche il "dove" e il "quando" dello studio è importante

Valentina Secchi: Scegli insieme ai tuoi figli l’ora e il luogo dei compiti. Al mare dopo pranzo quando il sole picchia? In montagna al pomeriggio dopo la passeggiata quando arriva l’acquazzone estivo? E stabilisci anche dei giorni dei "non compiti", meglio ancora se annunciandoli a sorpresa. 

 

Studio estivo: parola d'ordine, responsabilità e autonomia. Dare fiducia a bambini e ragazzi è il primo passo 

Chiara Burberi: Fai un programma dei compiti insieme ai bambini e ragazzi. Chiedi a tuo figlio come si organizzerebbe: quanti esercizi al giorno? quali materie prima? Che dici, il libro di lettura lo lasciamo per il viaggio in treno o in aereo? Stimola i bambini, ascolta le loro proposte e verifica con loro le tempistiche. Coinvolgere i figli nella pianificazione aiuta a responsabilizzarli verso un impegno preso e un obiettivo da raggiungere. 

 

Rendere i compiti estivi divertenti? Sì può! Sfrutta la gamification in spiaggia o in passeggiata in montagna 

Valentina Secchi: Consolida l’apprendimento rendendolo un gioco. Si chiama "gamification" ed è semplice da realizzare durante le vacanze. Per la scuola primaria, puoi inventare dei giochi, per  esempio disegnare la linea dei numeri sul bagnasciuga e sfidare i ragazzi a risolvere un calcolo prima che arrivi l’onda, oppure proporre anagrammi e giochi di parole. Per le medie, se i tuoi figli amano stare sullo smartphone, puoi proporre quiz ed esercizi online. Quanti punti riusciremo a fare ogni giorno/ settimana? e da qui a fine estate?


Studiare ha una utilità pratica proprio per le vacanze: fai notare ai bambini ogni volta che applicano matematica, italiano e inglese nella vita quotidiana

Chiara BurberiQuanto abbiamo speso oggi? La matematica serve ad avere il resto giusto quando fai la spesa. Quali costumi vedo più frequentemente in spiaggia? La statica serve a determinare le tendenze dell'estate. Le lingue straniere a stringere nuove amicizie e a viaggiare...

 

Genitore, svolgi anche tu i tuoi compiti dando il buon esempio ai bambini

Valentina Secchi: Le operazioni di matematica e l’analisi logica toccano ai ragazzi, su questo nessun dubbio. Però pensa alla differenza che c'è tra dire a tuo figlio "lavati le mani" o "andiamo a lavarci le mani", perché non fare lo stesso con i compiti? Dai il buon esempio svolgendo anche tu dei compiti: controlla le mail di lavoro, cucina, innaffia le piante.

 

 



Aggiungi un commento

Image CAPTCHA

bambino che deve svolgere i compiti delle vacanze
i video consigli per genitori su come affrontare i compiti delle vacanze

Può interessarti anche:

Iscriviti alla newsletter di Radiomamma

Leggi le ultime notizie pubblicate:

Corsi e progetti speciali

Scarica l'APP di
Radiomamma!